Linda Antonini
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Associazione PortAperta

Cohousing a Livorno


 
 
 
Il cohousing è una forma di residenza alternativa. Si è diffusa nel nord Europa a partire dagli anni ‘60 ed è arrivata negli anni ‘80 negli Stati Uniti, dove ha riscosso un grande successo, andandosi a contestualizzare in una società poco coesa, frammentata, eterogenea e multietnica. I futuri cohousers, cioè gli abitanti del cohousing, sono cittadini stanchi di abitare in luoghi privi di identità, in condomini dove non ci si conosce o in cui addirittura si teme di incontrare il proprio vicino.

Il desiderio dei cohousers è quello di fare comunità indipendentemente dall'età, dall'etnia e dal credo politico dei residenti, ricreare spazi utili alla socializzazione, sicuri, in cui far crescere in libertà i propri figli, accessibili, in cui gli anziani abbiano la possibilità di socializzare e sostenersi a vicenda, anche in casi di solitudine e di lontananza dai propri familiari. I cohousing nel Nord Europa, in paesi come la Svezia, godono di incentivi pubblici e di sovvenzioni da enti di previdenza sociale. I giovani trovano uno spazio abitativo indipendente dalle proprie famiglie a prezzi accessibili, gli anziani trovano solidarietà reciproca e stimoli vitali, i più piccoli hanno la possibilità di crescere in luoghi sicuri, e i genitori riescono ad aiutarsi vicendevolmente nella gestione della famiglia.


 
La proprietà privata è rispettata da regolamenti interni,dall'educazione, dalla cortesia e dalla gentilezza, che sono i principi alla base della vita in collettività. Oltre alle proprie singole e definite abitazioni in un Cohousing si ha a disposizione molto di più di ciò che offre un semplice condominio: ci sono spazi per le feste, sale per la musica, laboratori di fotografia e piccole falegnamerie, da utilizzare in condivisione a rotazione e in base alle necessità del gruppo. Le proprietà sono indipendenti, gli alloggi sono di varia metratura, ma tutti godono degli spazi comuni in egual misura, contribuendo insieme alla manutenzione. In questi luoghi è possibile dare spazio alle proprie idee nei locali per il fai-da-te, svolgere piccole attività e mangiare sano grazie alle convenzioni collettive con gruppi di acquisto solidale.

L’Associazione PortAperta di Livorno offre una risposta a chi cerca un nuovo modello di residenza. Alcuni vivono la propria casa come un’esperienza tattile, per altri la visione deve rimandare ad uno status, per alcuni racconta l'ordine o il disordine della propria esistenza. Cercare di capire l'indole abitativa di ciascuno è uno dei compiti della nostra associazione, includere differenze di stile e di percezioni per poter costruire un ambiente genuino e sensibile alle esigenze di chi vi abita.